I Volontari del Bene

 I Volontari del Bene sono coloro che hanno fatto dedizione di tutta la propria vita alla causa del Bene, operando col pensiero e con l'azione per questo supremo ideale.

L'azione di Bene consiste essenzialmente nel risvegliare alla vita dello spirito le anime ancora dormienti e nell'aiutare le altre a progredire sempre più. A questo fine viene dato l'aiuto ad ogni livello di vita e su ogni piano, fisico, psichico, spirituale, e con tutti i mezzi idonei, in maniera che tutto possa concorrere al raggiungimento di quel vero Bene che è il progresso spirituale.

 

I Volontari del Bene sono collegati fra loro dalla forza divina e invisibile dell'amore che fa capo al più alto centro da cui emana la Vita stessa. Così fu insegnato da Colui che indicò nell'amore la via della salvezza per l'umanità.

 

I Volontari del Bene hanno per solo distintivo e segno di riconoscimento quello dato da Gesù ai suoi discepoli: Vi riconosceranno che siete miei discepoli se vi amerete l'un l'altro. Nessuna forma esteriore può sostituire questa reale pratica dell'amore che è il più alto ideale alimentato dalla fede.

 

Chi ha scelto di essere Volontario del Bene si applica per prima cosa, nel modo migliore, ad adempiere il proprio dovere nella professione o nell'attività in cui si trova. Egli sa che questo è fondamentale, perché non a caso ciascuno è stato posto dove meglio può esplicare la propria azione. Non fare ciò che si deve fare, o farlo male, per evadere in un'altra attività aggiunta, sarebbe un agire sbagliato. Chi è Volontario del Bene si presta in ogni modo possibile, spontaneamente, e, più, ad ogni richiesta, all'opera concreta di aiuto, di soccorso, di sollievo, di conforto, di illuminazione, di educazione o di altro bisogno per il bene degli altri, senza distinzione di persona, sapendo che la sola preferenza è per chi ha più bisogno. Il Volontario del Bene è votato al servizio dell'umanità, al bene degli altri in modo disinteressato, annullando l'IO personale, rinunciando a se stesso fino a sparire nella sua personalità, per divenire una semplice forza benefica della natura. Chi è Volontario del Bene cura di mantenere l'animo in questa disposizione, in ogni momento, soprattutto nelle circostanze in cui maggiormente è necessaria la sua azione.

 

I Volontari del Bene hanno la loro sede in quel centro di amore e di luce da cui hanno attinto il loro proposito e da cui parte ogni aiuto e ogni energia per la vita di tutto ciò che esiste. Là, essi si ritrovano ogni momento come nella sede naturale e nel punto d'incontro, nell'unità dell'ideale di tutta la loro vita.

 

Per alimentare i loro propositi e rinnovare il loro voto di dedizione, i Volontari del Bene si riuniscono col pensiero in quel centro divino, quanto più possono durante la giornata, e particolarmente al mattino, all'inizio del giorno, e ogni sera, prima di addormentarsi. Le Gerarchie dei Maestri che guidano l'evoluzione dell'umanità sono le guide che seguono e aiutano l'azione dei Volontari del Bene.

 

VOTO DI DEDIZIONE

Signore, io consacro la mia vita alla causa del bene, al servizio tuo e dell'umanità. Accetta la mia offerta, e prendi tutta la mia vita, disponine nel modo che tu vuoi, per quello che tu sai. Io affido me stesso è le mie cose nelle tue mani; rimetto a te tutto ciò che mi riguarda perché sia fatta solo la tua volontà. Aiuta il mio proposito, sostieni la mia azione per il bene, rafforza la mia costanza, per sempre. Questo e il mio voto per tutta la mia esistenza terrena.

 

ANCHE TU PUOI ESSERE TRA I VOLONTARI DEL BENE

Se vuoi, puoi trasformare la tua vita, in questa esistenza, e per dopo. Dipende da te. Se la lettura di queste pagine muove qualcosa di nuovo e di forte dentro di te, allora tu sei tra quelli segnati. Se riconosci che questa è una causa buona e può essere il tuo ideale, non esitare. C'è tanto bisogno di bene, oggi, sulla terra; c'è estremo bisogno di fede e di amore fra gli uomini. È tanta la sofferenza e lo smarrimento, che si richiedono energie nuove per aiutare. Chi cerca soltanto di star bene, e non pure di fare il bene, sarà come un ramo secco che non riceve più la linfa. Gli arruolamenti a questa milizia ideale sono aperti a tutti gli uomini di buona volontà. I loro nomi saranno scritti nel libro eterno della vita; essi sono segnati, e saranno riconosciuti. Se tu vuoi essere fra i Volontari del Bene, metti la tua firma sotto il voto di dedizione che ripeterai ogni giorno. Il voto di dedizione dei Volontari del Bene consacra colui che lo fa alla più grande causa. Gli effetti sono di portata incalcolabile perché è la svolta più decisiva della propria esistenza, avviata da quel momento verso un nuovo cammino.

 

Un atto di volontà è sempre l'inizio di decisioni importanti nella vita. Fa che questo sia il tuo giorno decisivo. Ritroverai trasformato in oro tutto quello a cui avrai rinunciato.

 

Qualunque sia la tua attività in qualunque ambiente, in ogni professione o mestiere, tu puoi svolgere azione di bene, sia col pensiero che con l'opera fattiva, come ti è consentito. Quando non puoi fare quello che vuoi, fa quello che puoi.

 

Si richieda a te la disposizione d'animo che ti trovi sempre pronto quando si tratta d'alleviare un dolore, di dare una speranza, di infondere una fede, di aiutare chi si trova in una situazione penosa. Non rifiutare mai se chiamato a un'azione di bene, soprattutto quando ti può costare sacrificio. Solo il sacrificio crea potenziale.

 

Devi superare l’egoismo del singolo, del gruppo, dei gruppi a struttura sociale per espanderti e comprendere tutta l'umanità; devi superare il pensiero che ti fa lavorare per l'interesse o per il guadagno, per operare con spirito nuovo al servizio dell'umanità. Al concetto del dovere devi sostituire quello più alto dell'amore.

 

Dimentica te stesso negli altri, sii cosciente di vivere negli altri: è la via per risvegliare il tuo IO divino che guiderà la tua vita. Tu diventi Volontario del Bene nel momento che nel tuo intimo ti senti pronto e disposto anche a perdere tutto per la causa del bene alla quale hai dedicato tutta la tua vita. Sarai capace di fare meglio e di più in ragione che diverrai migliore.

 

SE ACCETTI QUESTO PROGRAMMA

 Comincia una vita nuova.

 

Dal momento che tu decidi di aderire con tutta la tua anima al programma dei Volontari del Bene comincia per te una vita nuova. È una nuova nascita. Tu sei nato veramente alla luce, sei entrato nella corrente, nel canale della salvezza. Tu sei ora unificato con la grande Fratellanza spirituale che è Potenza di una forza formidabile. Devi essere pronto a dimenticare te stesso, servendo, consigliando, per concorrere nel sopportare il grave peso dei dolori del mondo, pronto ad aiutare, pronto a venire adoperato in ogni momento, in una vita di intera devozione agli altri. E questo servire sia la più pura di tutte le gioie. Il tuo atto di volontà richiama su te le forze cosmiche superiori di bene, pronte ad aiutare il tuo proposito. L'energia, l'aiuto, la benedizione della Fratellanza scenderà su di te nella misura in cui tu la trasmetterai agli altri.

 

Lo scopo della tua vita.

 Tu hai imparato, oramai, a distinguere i valori della vita, quelli reali ed eterni, da quelli effimeri ed illusori. Questo discernimento ha mosso la tua volontà, ti ha spinto ad agire per la ricerca del bene, per l'affermazione e la conquista dei valori sicuri. Sei divenuto un uomo nuovo, concreto, che ogni giorno si muove ed agisce, non a vuoto, come chi vive ancora nell'illusione, ma per il più alto ideale. Non vi è, infatti, cosa superiore a questo, ed è la sola cosa per cui vale la pena di vivere. Sei entrato a far parte di una potente catena di energie. Non sei più solo. Le tue forze, potenziate, sono immesse in un circuito di potenza superiore. Riceverai protezione ed aiuto in ragione di quello che farai e darai. Nessuno potrà nuocerti. Avrai dall'Alto i mezzi che ti occorrono per lo scopo. Fede e amore siano la tua insegna. Il movente di ogni tua azione sia solo il bene.

 

TU SEI ORA UN VOLONTARIO DEL BENE

 Tu sei fra coloro che hanno fatto voto di dedicarsi al servizio d'amore per gli altri. La tua vita è consacrata a questo. Va con sicurezza per le vie del mondo, in ogni ambiente, con chiunque. Non più timore, ora che la tua insegna è l'amore. Sei segnato e sarai riconosciuto. Agisci e opera, sapendo che sei accompagnato ed aiutato. Tu operi non per te, ma per una causa più grande, sei quindi con coloro, Entità alte e potenti, che agiscono per la vita e il bene del mondo. La loro causa è la tua, la tua causa è la loro, ed essi saranno con te. Migliorando te stesso, diverrai strumento più adatto a fare il bene. Se dai tutto, avrai tutto. L'Invisibile ti vede, ti segue, ti guida. Dio è con te, perché sei diretto collaboratore nel bene. Soltanto chi si isola è solo, se agisce unicamente per il bene proprio, personale, egoistico. Sii strumento capace, pronto, affilato, in ogni momento, in ogni luogo, senza limitazioni. Sarai buon trasmettitore di forza, canale attraverso il quale potrà fluire meglio l'energia spirituale.

 

L'azione dei Volontari del Bene si effettua in due modi: 1) col pensiero; 2) con l'azione pratica.

 

1) COL PENSIERO

Tutti, anche chi non abbia altra possibilità, perché impedito, malato, privo di altri mezzi, possono compiere azioni di bene, talvolta più proficua di ogni altra. E' la forza potente del pensiero che agisce. Con questa, si può proiettare calma a persona agitata; luce, a chi è nell'oscurità spirituale; salute ad un malato; stimolo a un ignavo; suggerire idee d'amore a uomini negativi; forza a chi è debole; coraggio allo sfiduciato; pensieri di bene a chi è nel vizio. Ad una persona depressa e sofferente noi possiamo mandare nella sua aura un pensiero che le dia forza e coraggio. Basta raccogliersi, concentrare il pensiero su chi si vuole aiutare e proiettargli come una corrente benefica che arriverà sicuramente a lui. Come ogni medicina, avrà l'effetto più sicuro se trova l'altra parte nella favorevole disposizione. Proiettare i pensieri di bene è agire attivamente sul piano delle cause, cioè alla radice, sul vero punto, il più efficace che può mettere in movimento le altre forze che producono il risultato di bene. Sii stazione trasmittente di onde di luce e di amore verso tutti gli esseri. Dalla tua mente e dal tuo cuore partano in continuazione onde di pensieri e di sentimenti di bene verso tutto ciò che esiste. Tu puoi irradiare nell'infinito, e questo ti rende capace della più grande azione benefica, in silenzio, efficacissima, anche se tutti lo ignorano. Con questo puoi alimentare la grande riserva di energia spirituale per aiutare gli uomini. Non devi trattenerla per te, ma metterla a disposizione e a servizio della Fratellanza spirituale perché la usi ad alleggerire il grave carico del mondo. Dal grande serbatoio questa forza viene distribuita a tutti gli uomini. La preghiera è il più grande missile di bene che i Volontari del Bene impiegano per aiutare chi ha bisogno.

 

Benedici tutte le persone cui ti viene di pensare. Se esse ti vengono alla mente è perché c'è con loro qualche legame: che esso sia buono. Se non lo è, cerca di farlo diventare tale, proiettando loro del bene. Manda una corrente di pensieri benefici e sta sicuro che giungerà. Può darsi che esse stiano pensando a te in quel momento, e allora tu le senti. Fa di ricambiare in bene sempre, il loro pensiero, anche se da parte loro non fosse buono. Tu, a tua volta, pensa sempre il bene degli altri; augura sempre loro il bene. Benedici coloro che seguono una strada diversa dalla tua o hanno, mete diverse e opposte; benedici ogni ambiente e ogni cosa con i quali vieni a contatto. Ripeti sovente l'antica formula: Pace a tutti gli esseri.

 

Ogni mattina, quando apri gli occhi al nuovo giorno rinnova il voto di dedizione della tua vita.

 

Ogni sera, prima di addormentarti, prendi l'abitudine di concentrare il pensiero per la proiezione di bene. A quell'ora, raccogliti. Cerca di visualizzare il globo terrestre sul quale si agitano le forze contrastanti degli uomini. Poi, elevando il tuo spirito a Dio, alle Alte Entità spirituali che guidano l'evoluzione del mondo, invoca energie di amore, forze di luce, che le diffondano e irradino su tutta la terra e nell'animo di ogni uomo. Potrai anche visualizzare quelli che conosci e che ritieni possano averne più bisogno in quel momento. L'amore del Padre non mancherà di far giungere ad essi l'aiuto richiesto.

 

Questa proiezione di pensiero può essere fatta anche in ogni momento della giornata, quando puoi, ed essere conservata come perenne atteggiamento di bene verso la vita, gli uomini e le cose.

 

Quando a sera, nella quiete della tua dimora, ti accingi al riposo, pensa pure a quello che hai fatto nel giorno:

1) il bene che hai fatto;

2) come lo hai fatto;

3) ciò che hai omesso di fare.

Rinnova, allora, il tuo voto di dedizione e il proposito di non lasciar trascorrere nessun giorno vuoto di bene.

 

2) CON L'AZIONE

Le possibilità di azione pratica variano da uomo a uomo.

 

Chi ha tempo dedichi quello che può della sua giornata, un minuto o delle ore, ad un'attività a beneficio degli altri.

 

Chi ha autorità e potere metta a servizio le proprie possibilità per iniziative buone nel modo che gli è consentito, incoraggiando pure ogni iniziativa altrui;

 

Chi ha capacità organizzative renda concretamente possibili collegamenti, amicizie, riunioni, gruppi di uomini di buona volontà per azioni concrete di bene;

 

Chi ha intelligenza se ne serva applicandola al bene nei mille modi possibili;

 

Chi ha facilità di comunicativa e di parola persuada, incoraggi e, soprattutto, illumini chi non vede, è depresso, o moralmente cieco;

 

Chi ha capacità professionali deve sentire il dovere di dedicare parte del proprio lavoro generosamente a chi non può pagare;

 

Chi ha capacità di insegnare (scrivere, stampare, divulgare idee) si trova nella migliore condizione per diffondere, seminare amore, dovunque, per illuminare le anime che cercano luce;

 

Chi ha denaro deve, oltre i propri bisogni, impiegarne ad aiutare altri, discernendo che l'aiuto non serva ad alimentare l'ignavia o il vizio, ma a stimolare gli altri ad aiutare se stessi;

 

Tutti possono sedare contrasti, placare inimicizie, portare serenità.

 

Ognuno dia quello che ha,

 

e faccia quello che può. Energia, possibilità, capacità, sono i talenti del Vangelo che danno frutto quando siano messi al servizio del bene. Non c'è uomo che ne sia privo del tutto, ma è indispensabile la buona volontà; è necessaria come condizione fondamentale. Associazioni, gruppi, sodalizi, partiti, sindacati, leghe, istituzioni di qualunque genere possono fornire il canale per operare il bene nella società portando nel cuore il tuo amore, e agendo secondo le possibilità che ti sono offerte. Ricorda: l'ambiente del tuo lavoro o della tua professione quotidiana è il campo più idoneo per te, quello nel quale sei stato messo non a caso, ma per fare ciò che è più confacente a te.

 

DINANZI AI DOLORE

Di fronte al dolore altrui, ricordati: Io sono volontario del Bene.

Chiediti: Che cosa posso fare?

Ascolta la voce. Allora, dimentica te stesso e agisci.

SEMINA IL BENE

 

Fa il bene, per il bene. Non ti aspettare di averne riconoscenza. Rifiuta elogi, doni, vanità di diplomi e di attestati. Sono cose di chi si trova ancora sul piano delle vane apparenze. Gli uomini migliori, dopo aver dato tutto se stessi ebbero calunnie, furono vituperati, e perfino uccisi. E' il segno di riconoscimento dell'opera superiore, lontana dalla comprensione dei piccoli uomini. Semina ovunque il bene, con semplicità e naturalezza. Il seme germina sempre e cresce. Non ti curare di vederne subito il frutto. Lo darà; ma a suo tempo. Non è necessario che tu lo veda. Potrebbe, anzi, tardare, ma lo darà, e nulla va perduto: l'albero buono dà sempre buoni frutti. Semina il bene con larghezza, senza calcolo, ne risparmio.

E' l'unico ideale della tua vita per il quale, dando tutto te stesso, ti ritroverai integro e moltiplicato.

 

Grande Maestro Amadeus Voldben

(Voldben = Volontari del Bene)

Vademecum del Volontario del Bene:

RICORDA

Soltanto se ami gli uomini e ogni cosa

tu , ami veramente Dio.

Fa’ agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te.

fa’ il meglio che puoi e lascia a Dio il resto.

Ritorna a te ciò che parte da te:

semina il bene e raccoglierai amore

Sappi volere: la volontà è il mezzo più

potente  per chi sa valersene.

Ciò che tu pensi si avvera. Perciò pensa a ciò che è costruttivo

e che ti migliora. Non essere vittima di mali immaginari.

Il pensiero deve andare d’accordo con le parole

e le parole con le azioni.

Nulla è peggiore della depressione. Accogli con viso sorridente

qualunque cosa ti avvenga.

Questo mondo è come uno specchio: se sorridi ti sorride; se lo guardi

arcigno e diffidente,con lo stesso viso arcigno e diffidente guarderà te.

Se sei fra coloro che vogliono riformare il mondo, comincia col

riformare te stesso: sii pronto ad agire sempre per il bene.

Vinci tutte le antipatie. Vivi come Volontario del Bene e sarai una

benedizione per tutti.

Se vuoi imparare una vita più alta segui fedelmente queste parole: sii

buono, franco e semplice. Sii cortese, sereno e sicuro di te.

set01_home.gif

 Torna alla mappa del portale

 Torna ad Amadeus Voldben

 Torna a gocce di luce

 Statistiche